Salta al contenuto
AXA è il primo brand assicurativo al mondo
La protezione è il cuore dell'attività di AXA Italia
AXA Worldwide
Sede Legale e Direzione Generale
Le campagne pubblicitarie di AXA Italia
Consulta il Press Kit
Le Media Relations AXA Italia
Scopri i Comunicati Stampa del Gruppo AXA Italia
Il futuro è il nostro miglior investimento
Investire nei giovani, sostenere il talento
AXA investe nel futuro
Comunichiamo con chiarezza
Il Valore della Diversità per AXA
L’impegno di AXA in Italia sul fronte dell’educazione
I volumi di AXA dedicati ai temi sociali
Ciclo di seminari annuale di AXA Italia
L'evento istituzionale di AXA in Italia
Le novità di AXA Italia
AXA si avvale di professionisti di valore

AXA disinveste dall’industria del tabacco

Una decisione coerente con l’impegno di proteggere la salute delle persone

  • Il fumo rappresenta la più grande minaccia per la salute pubblica nel mondo di oggi
  • Il ruolo delle assicurazioni sta cambiando: non più solo assistenza, ma anche prevenzione
  • Il disinvestimento da parte di AXA ammonta a circa 1,8 miliardi di euro

 

L'incidenza delle malattie croniche non trasmissibili, tra cui il cancro, malattie cardiache e respiratorie croniche, è nettamente in aumento. Queste malattie sono attualmente responsabili del 68% dei decessi nel mondo. Nel 50% dei malati di cancro è stata individuata l’incidenza di uno stile di vita non salutare.

 

Il consumo di tabacco è la principale causa di malattie croniche non trasmissibili. Oggi, il tabacco uccide 6 milioni di persone all'anno, una cifra in aumento a 8 milioni entro il 2030, principalmente nei paesi in via di sviluppo. Senza interventi per invertire questa tendenza, nel corso del 21esimo secolo, il tabacco ucciderà un miliardo di persone in tutto il mondo. Il costo sanitario del fenomeno, stimato in 2,1 miliardi di euro l'anno, è pari alle spese congiunte di guerra e terrorismo. I danni sono più costosi di quelli causati causato da alcol e obesità.

 

Per questo, in coerenza con il proprio ruolo di assicuratore responsabile, il Gruppo AXA ha deciso di cedere le proprie attività legate all’industria del tabacco, attualmente del valore di circa 1,8 miliardi di Euro:

 

  • AXA venderà immediatamente le proprie partecipazioni in aziende produttrici di tabacco, il cui valore stimato attuale che è di circa 0,2 miliardi di euro;
  • AXA bloccherà tutti i nuovi investimenti in obbligazioni societarie delle industrie del tabacco e a scadenza non rinnoverà gli investimenti obbligazionari nell’industria del tabacco, attualmente del valore di circa  1,6 miliardi di euro.

 

Consulta il comunicato stampa

 

See also